camillo guevara

Camilo Guevara March incarna la visione della fotografia contemporanea cubana, fortemente influenzata dai grandi esempi della Fotografia Epica, ma in realtà tesa ad una interazione con i movimenti artistici internazionali oscillanti tra fotografia ed installazione. Il lavoro dell’artista si sofferma su temi profondamente cubani, quale il sincretismo religioso, che trova le sue radici nei culti africani importati dagli schiavi qualche secolo fa, oppure nel cattolicesimo spagnolo dietro alle cui forme rituali spesso si sono nascoste un pantheon di divinità. Il risultato, difficilmente definibile, è una miscela di credenze, riti e raffigurazioni di divinità della natura. Camilo Guevara può essere considerato uno dei grandi fotografi contemporanei cubani. Egli tratta il tema rituale da vari punti di vista. Ma tale varietà si fonde sottolineando l’interpretazione individuale di ciascun contesto della memoria collettiva spirituale di un paese come Cuba, definito dal suo Leader Maximo come “Latino-Africano”. La fantastica iconografia rituale-tribale e il suo rapporto con la tradizione fotografica del paese ci portano a osservare con attenzione il lavoro dell’artista per scoprire nuove visioni nell’altra faccia dell’anima.